Potevo chiudere questa intervista con dei semplici ringraziamenti nei confronti di Marco Dionigi ed Andrea OlivaMa!
sarebbe come lasciare qualcosa in sospeso se mancassi nel dire queste poche parole.
Questi due Signori hanno contribuito in grandissima parte nel rendermi ciò che sono, un amante spassionato di questo favoloso mondo  fatto di musica, notte e colore.
Persone come queste sono rare da trovare..; lo spirito “visionario” non si compra e credo che nemmeno si conquisti.
fa parte di quel pizzico di follia che purtroppo oggi si è perduta.
fa parte di quel modo di vivere la notte che se ne “fotte” delle convenzioni ma diventa invece un “palco” dedicato a tutti quegli animali notturni che vogliono esibire il proprio “Alter Ego” ..trasformandosi o mutando …”traslocando dal proprio angolino sulla Terra” per vivere la propria “favola” di una notte in un luogo
delicatamente fantastico che si chiama “DISCOTECA“.
Ringrazio dunque Marco ed Andrea per avermi concesso questa intervista che per me ha un grande valore.
A LORO DICO.
“Non smettete mai di farci volare
tenete ancora aperto il sipario.
Se potete.”

Rispondi